MEDICINA ESTETICA

 
 

Consiste nell’iniezione sotto la superficie della pelle, nel tessuto connettivo numerosi piccoli ponfi con aghi molto sottili.
Questa metodica intradermica è stata proposta dal medico francese Michel Pistor che nel 1958, la definì: “metodica terapeutica allopatica, leggera, polivalente regionalizzata”.
Questa tecnica fu innovativa perché permise al medico di ridurre di molto le dosi farmacologiche.
Gli effetti terapeutici sono il risultato sia dell’azione chimica dei prodotti impiegati, sia della stimolazione “riflessa” delle punture multiple effettuate; in questo modo la quantità di farmaci o rimedi impiegata è ridotta considerevolmente.
 
La Mesoterapia classica ha aspetti distinti:
 
• i diversi farmaci che compongono il cocktail da iniettare, agiscono in sinergismo permettendo un’ulteriore riduzione delle dosi a parità d’effetto farmacologico.
• l’associazione con l’anestetico locale diminuisce la velocità di circolo, rallenta il tempo prolunga l'azione farmacologica.
• L’iniezione effettuata nel punto di agopuntura aumenta ulteriormente l’efficacia.
 
Con la Mesoterapia  si praticano tante piccole iniezioni ottenendo così questi risultati:
•  Sicurezza che il farmaco arrivi nella zona voluta.
•  Maggiore velocità d’azione del farmaco.
•  Minore quantità di farmaco che occorre.
•  Maggior concentrazione locale di farmaco ottenuta.
 
Con piccole dosi
 
•   Azione farmacologica prolungata nel tempo
•   Nel punto dell’iniezione si forma un piccolo ponfo che scompare velocemente

Dr.ssa Visintini Cividin - Chirurgia Plastica, Estetica e Ricostruttiva
DOTTORESSA VALENTINA VISINTINI CIVIDIN

→Specialista in chirurgia plastica ricostruttiva estetica

La dott.ssa Visintini Cividin, laureatasi in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Trieste, ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica con una tesi redatta presso il reparto di Chirugia Plastica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.